FUTON TORINO PRODUTTORI MATERASSI FUTON
Err

Il tuo carrello : 0,00 EUR
Produttori artigianali di materassi e futon dal 1987
I contribuenti che fruiscono della detrazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio possono fruire di un'ulteriore riduzione d'imposta per l'acquisto di MOBILI NUOVI finalizzati all'arredo di immobili oggetto di ristrutturazione. La detrazione, che va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, spetta sulle spese sostenute d06/06/13 ed e' calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.
A titolo esemplificativo, rientriamo tra i mobili agevolabili letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonche' i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario complemento d'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.
Nell'importo delle spese sostenute per l'acquisto di mobili possono essere considerate anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati, purche' le spese stesse siano state sostenute con le modalita' di pagamento richieste per fruire della detrazione ( bonifico, carte di credito o di debito).
Non e' richiesto che sia un collegamento fra i mobili e l'ambiente ristrutturato.In altri termini, l'acquisto di mobili e' agevolabile anche se i beni sono destinati all'arredo di un ambiente diverso da quelli oggetto di interventi edilizi, purche' l'immobile sia comunque oggetto di interventi di ristrutturazione.

NOVITA' - BONUS MOBILI GIOVANI COPPIE

Le giovani coppie costituenti un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno tre anni, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i trentacinque anni, acquirenti di unita' immobiliare da adibire ad abitazione principale, possono beneficiare di una detrazione Irpef del 50 per cento delle spese documentate sostenute, per l'acquisto di mobili ad arredo della stessa unita' abitativa.La detrazione e' calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro e non e' cumulabile con l'ordinario bonus arredi ( comma 75, articolo della legge 28/2015).