FUTON TORINO PRODUTTORI MATERASSI FUTON


Roberto Marrocchesi (Torino, 1951), laureato in Farmacia, naturopata e nutrizionista, è consulente e insegnante di macrobiotica e di Feng shui
(geomanzia cinese)

dal 1979. Ha studiato negli USA e in Giappone e opera in svariati centri culturali e scuole italiane ed europee.

fengshuitherapy@gmail.com
3485525807

Il dottor Marocchesi e' disponibile in tutta Italia per corsi, conferenze e consulenze personalizzate




LEZIONI MARROCCHESI 
1 - ALIMENTAZIONE VEGETALE INTEGRALE Il corso di soli 4 giorni in 2 annicomprende: Premessa sulle basi della metafisica Orientale,
criteri: Legge di Polarità Yin/yang, applicabile in ogni dominio della Vita compreso l'essere umano nei suoi aspetti fisoco mentale e spirituale,
e così ogni altro fenomeno visibile ed invisibile, compresi tempo e Spazio. 
Legge dei 5 Elementi - supporto indispensabile alla prima Legge e suo completamento, serve a visualizzare ogni fenomeno nel tempo come
non, come CICLICO  o spiraliforme nel suo avanzare. ai 5 El. si correlano moltissimi attributi come colori, forme, sapori, organi e visceri, emozioni
umane, cibi d'ogni specie, fasi temporali cicliche del giorno, mese, anno o di lunghi periodi, persino Ere. Strumento praticissimo per definire
unificandoli sotto 5 simboli, moltissimi aspetti della vita, utilizzata soprattutto in Medicina Cinese. 

Diagnosi Orientale o Fisiognomica. Limitatamente qui sul solo Volto umano e suoi segni, questa diagnosi non è strettamente medica
ma pure caratteriale, spingendosi a vedere emozioni, pensieri e persino il "destino" della persona, oltre ad una certa qual lettura dei suoi difetti fisici. 
Medicina Orientale, principi e soprattutto alcune applicazioni per quanto concerne la Dietetica ritenuta causa ma anche cura alla portata
dell'esperto come del laico, fondamentale ed applicabile soprattutto se in virtù di una cucina attenta, bilanciate e decisamente Alchemica
in senso Cinese di cibi spezie bevande e condimenti. La dietetica corretta è basata sul vegetale/integrale per cui Cereali, Verdure, Legumi
e proteine vegetali, frutti, alghe, semi ed oleaginose, tè tisane e condimenti naturali sono utilizzati in modo attento con una varietà di preparazioni
e metodi di cottura anche poco noti al pubblico italiano. 
Cenni di lavoro sul corpo: esercizi, ginnastiche mediche cinesi, Shiatsu dei meridiani e principali punti. movimento quotidiano. Indfine, diagnos
i psicologica di alcune sindromi insolite e loro correlazione con abitudini dietetiche erronee. 

2 - FENGSHUI THERAPY uno studio abbreviato in 4-6 giorni comprende la materia dell'interazione, anche patologica su diversi piani del
corpo-mente, fra ambiente casalingo, lavorativo o esterno e persone che ne usufruiscono. Vi sono diverse scuole e metodi, sempre però
basati sugli eterni capisaldi Orientali di Yin/yang e 5 Elementi, per diagnosticare l'ambiente anche con calcoli non immediatamente comprensibili
al grande pubblico ma alla portata dell'esperto.
Inoltre, lo studio iniziale della "astrologia" (termine improprio) fondata sul Libro dei Mutamenti, Yi JIng o I Ching, detta Ki delle 9 Stelle. 
Segue brevemente l'altro grande strumento di valutazione Umanna, il sistema BaZi o 4 Pilastri del Destino, in cui dalla data esatta di nascita
con ora giorno mese anno e luogo di nascita (i 4 Pilastri appunto) si determinerà il "destino" scelto dalla persona che dovrà fare i conti con certe
tipologie di realtà quasi uniche grazie al suo tempo Natale, cercando poi incontrandole in varie forme di riequilibrare, trarre fortuna o anche
venirne forse spazzato via...

Il tutto è corredato di ampi esempi ed esercitazioni, lo studente viene inoltre invitato a praticare di sua propria iniziativa

nella vita quotidiana. 

CIBO EMOZIONI MEDICINA

 

 La nostra cultura Occidentale considerava Cibo, Emozioni e Medicina come aspetti completamente separati e nel corso del tempo ha
sviluppato teorie e indirizzi diversi per ciascun settore, per altro con risultati eccellenti ma mai completamente esaustivi.

Nella vera tradizione, quella popolare legata alla terra e ai suoi cicli, l’uomo sapeva benissimo a livello intuitivo che un po’ di grasso e la 
lunga cottura, scaldavano la pancia e davano energia sufficiente per sopravvivere all’inverno senza i lussi moderni, così come curavano i mal
di pancia dei neonati, non certo d’indigestione quanto di adattamento alla vita fuori dal grembo materno, con alcuni semi di finocchio. La prima
medicina poi, in assoluto, è stata ed è una minestra calda.
La Medicina tradizionale Cinese, l’Ayurveda e altre scuole antiche, e onorate nel tempo hanno sempre avuto un riferimento puntuale e importante,  
dedicato alladietetica come medicina, ove sono ampiamente descritte le correlazioni tra organi, emozioni e medicina.

Oggi del resto possiamo confrontare questo nostro patrimonio con le altrettanto antiche e sagge tradizioni Orientali e finalmente assaporare una
vera integrazione di culture, realizzando una sintesi proficua e salutare per entrambi gli emisferi, cerebrali e terrestri.

Di fatto la cucina, dopo conoscenza seria e approfondita, diventa un gesto quotidiano, ed ha più potere energetico, emotivo ma anche culturale
e persino politico di tante parole. Da sempre e ovunque, le donne tradizionali uscivano e nella terra trovavano cibo, ma allora chi ha inventato le
guerre e perché? Possiamo affermare che la cucina salverà il mondo? Dopo una saggia distribuzione delle risorse, probabilmente si! In un piatto
si sposano culture e tradizioni diverse, sapori e ingredienti meravigliosi che danno la Vita e un’infinita varietà creativa oltre che salutare.

L’umanità oggi, grazie agli insegnamenti tramandati da Maestri che nei secoli hanno indagato l’animo umano e sperimentate tecniche per superare
la sofferenza, può conoscere e integrare i vari aspetti, non considerando solo il piano fisico, ma anche il livello emotivo e spirituale, per cui possiamo
a ragion veduta parlare di cibo ma anche di MEDICINA PSICHICA, quest’ultima in primis, poiché la Spiritualità è la prima e più importante Medicina.

Il problema dell’alimentazione è di vastità mondiale e riguarda, ben oltre le personali esigenze e disquisizioni tipo onnivori o vegetariani, crudisti o 
fruttariani, macrobiotici o vegani, una più EQUA DISTRIBUZIONE delle risorse terrestri, se davvero abbiamo a cuore non tanto la nostra salute quanto
la SOPRAVVIVENZA della specie umana e della Terra.

Dovremmo davvero guardarci in faccia e RISTABILIRE i giusti valori e le reali necessità, poiché i governi di tutto il mondo sono impegnati nel finanziare
armamenti e multinazionali, svincolandosi completamente da bisogni non reali ma indotti da false pubblicità e sostanze/pensieri tossici.

Occorre proteggerci da inquinamenti fisici e mentali, OGM, manipolazioni climatiche, guerre chimiche e biologiche, disgregazione dell’organizzazione
sociale, della famiglia e del DNA, ripristinare il giusto equilibrio tra conoscenze antiche e reali bisogni odierni.

Se esaminiamo il CIBO nella storia, così come la storia di tutto il mondo, vediamo che l’umanità ha sempre tratto nutrimento e sostentamento dal
contatto diretto e rispettoso con la terra, ingegnandosi poi a sviluppare tecniche di CONSERVAZIONE E TRASFORMAZIONE degli alimenti.

Da sempre e ovunque la base dell’alimentazione è stata cereale e verdure con proteine anche animali. In ogni tradizione si è poi sviluppata la
tecnica della FERMENTAZIONE, dal vino alla birra alla pasta madre, e dell’essiccazione, dai merluzzi/baccalà del nord Europa alle alghe del Giappone.
L’uomo è riuscito ad arricchire la sua alimentazione sfruttando questi tre principi: trasformazione, fermentazione, essicazione. Sempre però ha agito
in prima persona, usando l’ingegno e utilizzando i QUATTRO SACRI ELEMENTI: terra fuoco aria acqua.

In questo processo, non c’erano multinazionali, né industrie farmaceutiche. I problemi sono sorti quando, nate le industrie, è iniziato, graduale ma
inesorabile, il distacco dalla terra. L’illuminismo in realtà non ci ha poi tanto illuminato.

E’ sulla considerazione di tutto questo, oltre che sulla diffusione d’insegnamenti ormai codificati, che si basano i nostri ITINERARI FORMATIVI DI
SALUTE E BEN-ESSERE.